Chiesa Neo-Apostolica in Italia

News Chiesa regionale Italia

Grande gioia in Sicilia per la visita dell’aiutante apostolo di distretto Giorgio Zbinden
12.11.2017 / Gela
Domenica 12 novembre 2017 servizio divino a Gela per la fratellanza della Sicilia. L’evangelista di distretto Mario Turrisi riceve il ministero di anziano di distretto.

La fratellanza della Sicilia si è riunita domenica 12 novembre 2017 a Gela per la tanto attesa visita dell’aiutante apostolo di distretto Giorgio Zbinden. La parola base del servizio divino celebrato dall’aiutante apostolo di distretto è stata in Colossesi 3, 16: “La parola di Cristo abiti in voi abbondantemente; istruitevi ed esortatevi gli uni gli altri con ogni sapienza; cantate di cuore a Dio, sotto l’impulso della grazia, salmi, inni e cantici spirituali”.

Il servizio divino, parola e sacramenti
L’officiante ha iniziato dicendo che tutti noi serviamo il Signore e mettiamo il nostro cuore al servizio del suo piano di redenzione. Ognuno di noi deve essere convinto di amare il Signore perché se Lui è dentro di noi, noi siamo gioiosi e questa gioia ci aiuta a sopportare lotte e prove. Non ci si può lamentare e lodare Dio allo stesso tempo: è impossibile, quindi lodiamo Dio invece di lamentarci.

Siamo rinati di acqua e di spirito e in Giovanni 14, 3 leggiamo ciò che Gesù ci ha promesso: “Quando sarò andato e vi avrò preparato un luogo, tornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io, siate anche voi.” Lui ci sta preparando il nuovo cielo e la nuova terra. Anche l’apostolo Paolo dice: “Noi siamo una nuova creatura, siamo rinati”. Oggi è il tempo giusto per rinascere, per prendere le giuste decisioni con l’aiuto dello Spirito Santo. La vecchia creatura, il “vecchio Adamo” dice: “Io sono il capo, io voglio comandare, io ho sempre ragione, la colpa è degli altri” invece la nuova creatura, il “nuovo Adamo” vuole servire, amare, essere vicino al prossimo e dice: “Io sono colpevole, Dio aiutami perché ho bisogno della tua grazia, io metto la pace del Signore sopra ogni cosa”. Solo con le forze che ci dà Dio e con l’aiuto dello Spirito Santo possiamo fare tutto e possiamo vincere.                                     

Hanno anche servito all'altare il sacerdote Mario Genovese, conducente della comunità di Gela, e l’evangelista di distretto Mario Turrisi. In seguito, l’aiutante apostolo di distretto ha aggiunto che si può anche ringraziare Dio in anticipo per tutto ciò che farà per noi in futuro!

Un nuovo anziano per il distretto Sicilia
Dopo aver festeggiato la Santa Cena l'evangelista di distretto Mario Turrisi è stato ordinato quale anziano di distretto. La parola dedicata è stata in Colossesi 3, 17: ”Qualunque cosa facciate, in parole o in opere, fate ogni cosa nel nome del Signore Gesù ringraziando Dio Padre per mezzo di lui.” Questo ministero è una forza in più da mettere a disposizione della fratellanza siciliana e così verrà tutta benedetta.

Ogni fase del servizio divino è stato arricchita dagli inni cantati dal coro distrettuale e alla fine si è potuto pranzare tutti insieme grazie al lavoro dei fratelli e delle sorelle gelesi.

La comunione si è prolungata anche dopo pranzo cantando, parlando con fratelli e sorelle che non si vedono spesso e approfittando di parlare anche con l’aiutante apostolo di distretto.